LA NOSTRA STORIA:

 

L’ASSOCIAZIONE SPORTIVA DILETTANTISTICA MONSAMPIETRO MORICO nasce nell’aprile del 1999, il presidente è Tiburzi Stefano, il più giovane presidente di tutto il calcio dilettantistico con i suoi 19 anni, il vice è Brasili Michele. La denominazione a dire il vero non era questa ma era UNIONE SPORTIVA MONSAMPIETRO MORICO, poi cambierà in associazione sportiva dilettantistica nel 2006.La prima stagione agonistica è quella del 2000/2001 nel campionato provinciale di 3° categoria. In panchina siede mister Baglioni Luigi, in campo ci sono molti giovani del paese. Il primo gol della nuova società infatti lo sigla un Monsampietrino, Brasili Simone, nell’incontro casalingo contro il Monte San Pietrangeli. La stagione si conclude con la squadra che arriva al 5° posto ma dato che i play off non erano stati ancora introdotti si conclude così. Una bella soddisfazione per Tiburzi e company dato l’inesperienza e la giovane età dalla squadra.

La stagione 2001/2002 si apre con la riconferma del mister Baglioni, e la squadra sembra andare bene tanto che nei primi turni è saldamente al comando, ma alla settima giornata una sonora sconfitta casalinga induce il presidente Tiburzi ad esonerare mister Baglioni e affidare la squadra all’ allenatore/giocatore Coccia Dino, alla sua prima esperienza da mister, voluto fortissimamente dal dirigente Ricci. La squadra reagisce abbastanza bene e chiude la stagione di nuovo al 5° posto a pari punti con il Piane di Montegiorgio; quindi servirà lo spareggio per sancire chi parteciperà ai play-off promozione. Lo spareggio si gioca sul neutro di Servigliano, l’urlo al gol proprio del mister Coccia su calcio piazzato, rimane strozzato in gola perché il Piane di Montegiorgio prima pareggia, poi nei supplementari va in vantaggio grazie a Fidani che batte il portiere Natali. Una delusione per la squadra di Coccia che vede svanire la possibilità di effettuare gli spareggi per accedere in seconda categoria.

La stagione 2002/2003 è la stagione dei record! Con Narcisi Piero in panchina a posto di Coccia, e qualche innesto azzeccato, la squadra di Tiburzi è un rullo compressore e stravince il campionato di terza categoria. La squadra di Narcisi chiude con questo ruolino di marcia: 67 punti fatti, frutto di 21 vittorie, 4 pareggi e 1 sconfitta, 72 gol fatti e 32 subiti. Il presidente Tiburzi viene portato in trionfo e tutto il paese festeggia il ritorno in 2° categoria.

La stagione 2003/2004 vede impegnata la A.s.d. Monsampietro Morico nel campionato regionale di 2° categoria girone G. In panchina non siede più Narcisi, ma la società affida la squadra all’esperto avv. Traini. L’andamento della squadra però non è come si sperava e il presidente Tiburzi è costretto a cambiare a metà stagione, in panchina va Lupi Lorenzo fino ad allora preparatore dei portieri. La squadra arriva 7° in campionato a soli 4 punti dalla zona play-off, trascinata dal bomber Bassetti Emanuele che era stato prelevato dall’Azzura Fermo e che aveva vinto la classifica cannonieri della prima categoria con 15 gol, con questo ruolino di marcia: 41 punti, frutto di 10 vittorie, 11 pareggi e 9 sconfitte, 51 gol fatti e 56 subiti. Una buona stagione per la squadra al suo esordio in seconda categoria.

La stagione 2004/2005 vede in panchina un giovane tecnico Brunelli Marco, proveniente da Belmonte Piceno. Arrivano alla corte di Brunelli giocatori molti importanti che faranno la storia dell’A.s.d. Monsampietro Morico, per citarne alcuni Marrozzini Alessandro detto Nando, De Carlonis Fabio, ecc.. La stagione agonistica però non inizia bene e il Monsampietro Morico naviga nella zona bassa della classifica. Allora a metà stagione il presidente Tiburzi decide ancora di cambiare: via Brunelli e al suo posto uno storico dirigente e allenatore, monsampietrino doc, Ricci Daniele. L’effetto è immediato e stravolgente, la squadra ottiene 16 risultati utili consecutivi e arriva addirittura al secondo posto chiudendo a soli 3 punti dalla capolista Valtesino che vola in 1°categoria. Il ruolino di marcia è questo: 56 punti, frutto di 15 vittorie, 4 pareggi e 11 sconfitte, 41 gol fatti e 28 subiti. A questo punto il Monsampietro Morico va a disputare i play-off promozione. Nella semifinale la vede impegnata contro l’ostico Campofilone. Il Monsampietro ottine un pareggio nell’andata per 1 a 1 grazie al rigore realizzato da Matraxia Simone. Nel ritorno ipoteca la finale vincendo per 2 a 1 grazie ai gol di Matraxia e Doria Marco. La finale play-off si gioca sul neutro di Campiglione e l’avversario è la Monterubbianese che nell’altra semifinale ha battutto il Montottone. Il Monsampietro Morico fa una gara strepitosa che si conclude solo dopo i due tempi supplementari, il risultato finale è di 3 a 2 per la squadra di Ricci grazie ai gol di Antolini Mariano e Matraxia nei primi 90° minuti, poi il gol decisivo nei supplementari di De Carolis Luciano. Il Monsampietro Morico si giocherà l’accesso in 1°categoria nella finalissima contro la Monteprandonese. La partita si svolge sul neutro di Carassai, il capitano Doria Fabio segna un gol strepitoso e il Monsampietro Morico sogna l’impresa.. sogno che svanisce al 91° minuto del secondo tempo quando la Monteprandonese raggiunge il pareggio lasciando increduli gli Scoppiati e tutti i tifosi al seguito. Nei supplementari non succede nulla e allora si va ai calci di rigori. La Monteprandonese è più fortunata e festeggia la vittoria. I tifosi del Monsampietro Morico nonostante la fortissima delusione applaudono la squadra reduce da una grandissima stagione, il presidente Tiburzi si dichiara molto soddisfatto e conferma il tecnico Ricci in panchina anche per la prossima stagione.

La stagione 2005/2006 vede l’A.s.d. Monsampietro Morico lottare sempre nelle posizioni di vertice insieme con Francavilla, che alla fine vincerà il campionato, Monte San Pietrangeli e Casette d’Ete. La squadra chiude al 3° posto con questo ruolino di marcia: 54 punti, frutto di 16 vittorie, 6 pareggi e 8 sconfitte, 48 gol fatti e 25 subiti. Anche quest’anno il Monsampietro Morico centra l’obiettivo play-off. La semifinale vede impegnato il Monsampietro Morico contro il Casette d’Ete; nell’andata il Casette riesce a battere per 1 a 0 la compagine di mister Ricci. Per passare il turno il Monsampietro deve vincere anche per uno a zero perché ha un miglior piazzamento in classifica. Nel ritorno un Casette d’Ete tutto in difesa e un po’ di sfortuna, infatti De Carolis Luciano manda fuori un calcio di rigore, fanno si che la partita termini 0 a 0 e il Monsampietro Morico è fuori dalla finale play-off.

La stagione 2006/2007 si apre con i cambiamenti del vertice della società: Tiburzi lascia e presidente diventa Brasili Marco, anche lui giovanissimo con i suoi 23 anni, vice presidenti sono Bartomioli Roberto e Mazzoni Enzo. In panchina siede ancora mister Ricci. Ma dopo 5 giornate il tecnico Monsampietrino subisce un infortuno e subentra a guidare la squadra l’allenatore/giocatore Marrozzini Alessandro. La stagione è trionfale: il Monsampietro Morico riesce a vincere il campionato superando all’ultima giornata il San Marco Servigliano. Il bomber della squadra Tirabassi Luca, prelevato insieme a Marinangeli Daniele dal Petritoli, vince la classifica cannonieri con 25 gol; la sua spalla d’attacco Bassetti Emanuele ne segna 16. Il ruolino di marcia della squadra di Ricci-Marrozzini è: 60 punti, frutto di 18 vittorie, 6 pareggi e 6 sconfitte, 57 gol fatti e 34 subiti. Il presidente Brasili riesce a centrare al primo colpo la storica promozione in 1°categoria che per un paesino di 700 abitanti è davvero come la serie A. Grandi festeggiamenti di tutto il paese, anche il sindaco Rocchi Giovanni si complimenta per la grande impresa effettuata dalla squadra. Il capitano Antolini Giacomo, Monsampietrino doc, alza la coppa che gli è stata consegnata dalla FIGC marche in Ancona.

La stagione 2007/2008 vede il Monsampietro Morico affrontare il campionato di 1°categoria girone D. In panchina siede solo mister Marrozzini, Ricci torna a fare il dirigente. La squadra ottiene una insperata salvezza e anche un piccolo record: non è mai stata sconfitta in casa nell’arco di tutto il campionato. I bomber Tirabassi e Bassetti autori rispettivamente di 13 e 6 gol trascinano la squadra, ma anche il neo capitano De Carlonis Fabio realizza 4 gol tutti decisivi. La salvezza arriva alla penultima giornata sul campo del Montottone dove il Monsampietro ottiene la sua unica vittoria esterna, passa per 0 a 2 con i gol di Bassetti e De Minicis Danilo. Società, squadra e tifosi festeggiano questa storica salvezza anche perché gli addetti ai lavori avevano data per spacciata la squadra di mister Marrozzini. Alla fine il Monsampietro Morico arriva 7° in classifica, con questo ruolino di marcia: 41 punti, frutto di 10 vittorie, 11 pareggi e 9 sconfitte, 37 gol fatti e 40 subiti.

La stagione 2008/2009 è la più travagliata dell’era Brasili. Molti elementi importanti cambiano casacca e la società fa un mercato un po’ sbagliato. Alla fine del campionato il Monsampietro Morico si ritrova, solo all’ultima giornata, all’ultimo posto a pari punti con la Settembrina. Servirà lo spareggio per dire chi retrocederà diretta e chi invece potrà giocarsi la salvezza con i play-out. La partita si gioca sul neutro di Capodarco di Fermo. Il capitano De Carlonis, difensore centrale, gioca da prima punta, il mister Marrozzini, classe 72, è in campo per tutta la partita, questo fotografa in pieno l’andamento della stagione. Nei 120° minuti non succede praticamente niente. Quindi si va ai calci di rigore; ancora una volta il Monsampietro Morico esce battuto e l’errore decisivo è proprio dello sfortunato mister Marrozzini. L’A.s.d. Monsampietro Morico dopo solo due anni torna in seconda categoria.

La stagione 2009/2010 vede la conferma in panchina di Marrozzini. Il Monsampietro Morico è inserito nel girone G. La società guidata da Brasili vuole subito un anno di riscatto, ma la corazzata San Marco Servigliano ammazza il campionato. Il Monsampietro Morico comunque chiude al 3°posto in classifica dietro al Servigliano e Amandola. Il ruolino di marcia è: 60 punti, frutto di 17 vittorie, 9 pareggi e 4 sconfitte, 51 gol fatti e 24 subiti. I bomber della squadra sono Vallesi Pierpaolo e Vitali Gionata rispettivamente con 11 e 10 reti; 6 gol anche per il difensore centrale Recchioni Cristian, da segnalare anche 1 gol del mister Marrozzini che è andato a segno contro l’Olimpia Porto San Giorgio per il 2 a 2 finale. La semifinale play-off il Monsampietro la disputa contro la Pinturetta Falcor. Nell’andata la squadra di Marrozzini vince agevolemente per 1 a 2 con gol di Vitali e Ripani Valerio. Nel ritorno grande paura per il Monsampietro perché la Pinturetta vince per 0 a 1 e al 90° coglie una clamorosa traversa. In finale il Monsampietro se la vedrà con l’Amandola. La finale si gioca sul neutro di Monte Urano, con una grandissima cornice di pubblico. L’Amandola è superiore e vince per 4 a 1. Grande delusione per società, squadra e tifosi.

La stagione 2010/2011 si apre con il mister Marrozzini che decide di cambiare aria, dopo 6 anni a Monsampietro da giocatore e poi allenatore fatti di trionfi e delusioni la società non può far altro che accettare. La squadra viene inserita nel girone h di seconda categoria. Il presidente Brasili chiama per guidare la squadra una vecchia conoscenza del Monsampietro, Doria Marco, classe 78 alla sua prima esperienza da allenatore/giocatore! Il cammino della squadra è importante, ma ancora una volta una super corazzata ammazza il campionato, la Ripa Utd. Il Monsapietro Morico chiude al 2°posto in classifica ed esprime il miglior calcio di tutto il girone. Il ruolino di marcia è: 56 punti, frutto di 15 vittorie, 11 pareggi e 4 sconfitte, 41 gol fatti e 21 subiti. La squadra ottiene il secondo posto matematico a quattro giornate dal termine, e così arriva scarica ai play-off dove affronta la Valtesino. Nell’andata finisce 0 a 0 e nel ritorno la Valtesino si impone in casa del Monsampietro per 0 a 1, così la squadra è fuori dalla finale. Il presidente Brasili però è molto soddisfatto dalla stagione entusiasmante e conferma in panchina il mister Doria Marco.

La stagione 2011/2012 è trionfale per la squadra di Brasili: l'Asd Monsampietro Morico vince il campionato superando il Comunanza nelle ultime giornate e torna in prima categoria dopo tre anni. Il ruollino di marcia dei ragazzi guidati da Doria è impressionante: 19 vittorie, 9 pareggi e 2 sconfitte di cui una maturata a tavolino per una decisione arbitrare a dir poco sconvolgente. 57 gol fatti e 25 subiti, Vitali Gionata vince anche il titolo di capocannoniere del torneo con 27 reti. Le ultime nove giornate il Monsampietro ha sempre vinto andando in testa a tre giornate dalla fine. La società per il campionato di prima categoria conferma tutto lo staff tecnico, a cui si è aggiunto durante l'anno Fabio Doria, fratello di Marco, come preparatore dei portieri e tutta la rosa.

La stagione 2012/2013 si apre con un buon calciomercato per il Monsampietro, arrivano l'attaccante Scotucci dalla Firmum, i centrocampisti Del Dotto dalla Grottese, Cordari dalla Nuova Matenana, i difensori Traini dalla Grottese e Silenzi Claudio dal Petritoli e viene integrato nella rosa Levantesi già tesserato lo scorso anno a gennaio ma non era mai sceso in campo. Il Monsampietro ottiene un ottima salvezza, alternando grandi prestazioni e altre meno anche per il fatto che, sembra un record, per nove partite su trenta è rimasto con un uomo in meno. Quest'anno verrà ricordato anche per aver giocato due partite in casa in campi neutri causa maltempo, una a Caldarola e un'altra a Capodarco, e una trasferta a Martinsicuro, tutti e tre sono campi sintetici. Il ruolino di marcia dei ragazzi di mister Doria é: 39 punti frutto di 10 vittorie, 9 pareggi e 11 sconfitte, 47 gol fatti e 46 subiti. I bomber Vitali, 15 reti per lui, e Scotucci 13 reti per lui, trascinano alla salvezza la squadra del presidente Brasili che per il quarto anno dal 2006 farà la prima categoria.

La stagione 2013/2014 si apre con la conferma del mister Doria in panchina. La struttura della squadra rimane quasi uguale a quella della passata stagione. Lasciano il Monsampietro lo storico portiere Ferroni al suo posto arriva Innamorati reduce da una buona stagione alla Palmense, lascia anche Cordari e al suo posto arriva il fantasista Sanniola dal Petritoli. A dicembre poi arriva il centrocampista Smerilli dal New Generation. La stagione è molto positiva il Monsampietro lotta quasi sempre per un posto nei play off, ma lo scontro diretto in casa contro il Ripatransone perso 0 - 3 fa svanire i sogni dei tifosi. Comunque il Monsampietro ottiene la salvezza a sei giornate dal termine, con Scotucci che vince anche la classifica cannonieri con 21 reti. Il ruolino di marcia degli uomini di Doria è: 40 punti frutto di 10 vittorie, 10 pareggi e 10 sconfitte, con 50 gol fatti e 45 subiti. La prossima stagione sarà la terza consecutiva in prima categoria. 

La stagione 2014/2015 si apre con la separazione dal mister Marco Doria dopo 4 anni splendidi. In panchina per la successione il presidente Brasili chiama un mister che ha molta esperienza con i giovani ma poca con la prima squadra, Massimiliano Coccia che viene da Centobuchi. Lasciano la società, i difensori Monini Andrea e Silenzi Massimiliano, i centrocampisti Del Dotto Andrea e Mannozzi Leonardo, gli attaccanti Scotucci Nicolò e Sanniola Giovanni. Ci sono diversi arrivi, Troiani Marco e Pelliccioni Emilio dal Porto d'Ascoli, si cambia anche in porta, via Innamorati e viene preso Cecarini Leonardo nella scorsa stagione al Montelupone. C'è anche un gradito ritorno Forò Stefano torna a Monsampietro dopo 6 anni, in attacco arriva anche Scarcelli Vincenzo dal Montottone. Cambio anche di preparatore di portieri via Latini per Vagnoni Ernesto. La stagione inizia bene e dopo tre giornate la squadra è in testa alla classifica, però la quarta giornata vede la squadra prendere 5 gol dalla Palmense e allora il ds decide di cambiare: via il portiere Cecarini e arriva il forte numero 1 Castorani Alex che lo scorso anno ha vinto il campionato di Eccellenza con il Monticelli. La squadra fa un ottimo girone di andata e chiude a 23 punti al terzo posto. Però nel mercato di riparazione il portiere Castorani deve lasciare la squadra per motivi di lavoro, al suo posto viene chiamato Chiodi Alessandro, lo scorso anno all'Agraria Club. Il girone di ritorno non è come ci si aspettava, anche per gli infortuni di Pelliccioni, Forò e Vitali. Per evitare i play out serve vincere o pareggiare l'ultima gara in casa della Centoprandonese, il gol di Campanari al 92° regala la permanenza agli uomini di mister Coccia in prima categoria. Il ruolino di marcia  degli uomini di mister Coccia è: 37 punti frutto di 10 vittorie, 7 pareggi e 13 sconfitte, con 25 gol fatti e 40 subiti. Marcatori: 10 gol Vitali, 5 Forò, 4 Pelliccioni, 2 Troiani, 1 a testa per Silenzi, De Carlonis, Recchioni e Campanari.

La stagione 2015/2016 si apre con la conferma di mister Coccia sulla panchina. Vanno via diversi giocatori: Troiani, Pelliccioni, Scarcelli, Tulli, Chiodi, Antolini  e il gruppo storico di Piane di Montegiorgio, Ripani, Vitali, Campanari e Silenzi. In entrata invece ci sono: i portieri Paolucci Riccardo e Kevin, difensori Antolini Giampaolo e Marinangeli Daniele, centrocampisti: Pulcini Riccardo, Forò Cristiano, Nicolai Riccardo e gli attaccanti: Carca Fernando, Pignotti Mario, Testa Elio e il ritorno di Sanniola Giovanni e Hasbani Walid. La stagione non è esaltante al punto che alla 12° giornata di campionato, dopo tre sconfitte consecutive e solo 11 punti fatti il presidente Brasili decide di esonerare il mister Coccia dal suo incarico, primo esonero in dieci anni di presidenza. Al suo posto viene chiamato Silenzi Andrea l'anno scorso nelle giovanili del San Marco Servigliano. Nel mercato di riparazione vengono ceduti Pulcini e Pignotti mentre vengono integrati in rosa Papa Matteo ex Grottammare e Muca Kevin dalla Folgore Falerone. L'arrivo di Silenzi porta subito 2 vittorie e un pareggio e si chiude il girone di andata con 18 punti, al nono posto in classifica. La squadra ottiene la matematica salvezza la penultima giornata con un pareggio in quel di Comunanza che così permette alla squadra del presidente Brasili di giocare l'anno prossimo per la quinta stagione di fila in prima categoria. Il ruolino di marcia degli uomini di mister Silenzi è: 34 punti frutto di 8 vittorie, 10 pareggi e 12 sconfitte con 33 gol fatti e 40 subiti. Marcatori: Carca 12 gol, Testa 11, 2 gol per De Carlonis, Forò Stefano, Sanniola Giovanni e Pignotti Mario, 1 gol per Smerilli e Antolini.

La stagione 2016/2017 si apre con la conferma di mister Silenzi sulla panchina. In uscita ci sono diversi giocatori: il bomber Testa, Marinangeli Daniele, Nicolai Riccardo e Sanniola Giovanni. In entrata invece ci sono: Ferretti Paolo, Polozzi Cristian e Soprano Giacomo dal San Marco Servigliano, Cocci Niccolò, Bitti Jacopo e Ciccola Paolo dalla New Generation, per il resto è stato confermato il gruppo dello scorso anno. La stagione non è esaltate al punto che alla 12° giornata di campionato con soli 7 punti fatti, il presidente Brasili esonera Andrea Silenzi, al suo posto subentra il capitano De Carlonis come allenatore-giocatore. Nel mercato di riparazione arriva il bomber Claudio Cacciatori per sostituire Carca che si è rotto un dito della mano e Konica Hery dal Pagliare. In uscita da segnalare la decisione sofferta dello storico De Carolis Luciano che lascia il Monsampietro dopo 15 stagioni, UN GRANDE GRAZIE a LUI. La stagione vive alti e bassi, ma sul finire del campionato il Monsampietro sembra destinato alla retrocessione diretta, ma un insperata vittoria all'ultima di campionato sul campo di Offida, consente alla compagine di Brasili di giocare lo spareggio salvezza contro la Cuprese. Il play-out si gioca a Cupra Marittima perchè la compagine di mister Pomili è arrivata quint'ultima e quindi ha due risultati su tre per salvarsi. La partita si mette subito in discesa per gli uomini di De Carlonis, dopo 30 secondi a causa del terreno di gioco reso pesante dalla pioggia un difensore locale sbaglia un passaggio e il bomber Carca da 30 metri mette dentro la palla dell'uno a zero; grazie alle parate di Paolucci il Monsampietro resiste anzi al 91° Carca fa doppietta e fa esplodere gli SCOPPIATI ULTRAS tornati in massa per l'occasione. Una citazione particolare per Parasecoli Antonio, che ha giocato tutto il girone di ritorno e play out pur non potendo allenandosi quasi mai, UNICO. Quindi per il sesto anno di fila il Monsampietro Morico giocherà in prima categoria. Il ruolino di marcia della squadra è: 24 punti frutto di 5 vittorie 9 pareggi e 16 sconfitte, 33 gol fatti 50 subiti. Marcatori: Carca 11 + 2 play out, Soprano e Forò Stefano 4, Forò Cristiano e Cacciatori 3, Ferretti, De Carlonis e Ciccola 2, Cocci e Polozzi 1. 

La stagione 2017/2018 si apre con un clamoroso ritorno, il mister Coccia torna al Monsampietro Morico. Diversi giocatori in uscita: Cocci, Cacciatori, Carca, Konica, Antolini Giampaolo e il grande Cristian Recchioni che lascia il Monsampietro dopo 10 anni. In entrata: c'è il ritorno del bomber Testa Elio, Funari dalla Futura 96, Torresi dal Francavilla, Kuinxhiu Gentjan e Carlacchiani dalle Piane MG, Tassotti dalla Grottese, Del Gobbo Simone dalla Spes Valdaso, Addarii dal Castignano e c'è il ritorno del preparatore dei portieri Natali Alessandro che sostituisce il mitico Ernesto Vagnoni. La stagione è molto positiva e il Monsampietro chiude con 42 punti al 7° posto in classifica frutto di 10 vittorie 12 pareggi e 8 sconfitte, 49 gol fatti e 33 subiti. Nell'ultima giornata, Monsampietro - Santa Caterina, Antonio Parasecoli da l'addio al calcio giocato, in quella occasione sigla una doppietta, e gli vengono consegnate una pergamena e un quadro ricordo per l'impegno, l'attaccamento alla maglia e la gratitudine espressa da tutta la società, GRAZIE ANCORA DI TUTTO ANTONIO, sempre nei nostri cuori. Marcatori: Testa 13, Ciccola 9, Polozzi 8, Soprano 5, Forò Cristiano 4, Forò Stefano, Parasecoli e Funari 2, Del Gobbo, Polimanti, Bitti e Addarii 1. 

La stagione 2018/2019 si apre con un cambiamento in società, dopo 12 anni Brasili Marco lascia l'incarico di presidente e diventa segretario, al suo posto come numero uno della società gli succeso il fratello Simone, autore del primo gol del Monsampietro Morico dopo la rinascita (vedi storia del 1999). Coccia Massimiliano è confermato, ma alla fine, visto la distanza, declina l'offerta e si accasa all'Azzura Mariner a due passi da casa sua, un grazie infinito anche a Massimiliano per tutto quello che ha fatto per la società. Alla fine il direttivo sceglie il nuovo mister: BIRILLI IACOPO, classe 82 ex Pinturetta Falcor, per metà Monsampietrino perchè il papà ha i natali proprio a Monsampietro Morico. Diversi movimenti di mercato in uscita:cambiano casacca Kuixhiu, Soprano, Testa, Addarii. In entrata ci sono: Niccolini dall'Amandola, Santacroce dal Porto Sant'Elpidio, Cancellieri e Mosca dalla Pinturetta Falcor, Peruguni dall'Ortezzanese e Garagliano dal Montottone.